Costolette d’agnello mandorle e lavanda, cicoria ripassata in padella

CARNE_agnello

Costolette d’agnello mandorle e lavanda, cicoria ripassata in padella

ABBAZIA

0,20l = 121kcal

619

*le calorie sono riferite ad una porzione del piatto e ad una birra da 0,20 l

INGREDIENTI (4 PERSONE)

• 1 carré d’agnello (500 g.) • granella di mandorle (100 g.) • farina di mandorle (100 g.) • 2 cucchiaini di lavanda essiccata • 2 albumi • farina 00 (50 g.) • patate viola (300 g.) • 2 limoni (200 g.) • 2 mazzi di cicoria (300 g.) • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva • peperoncino • 2 spicchi d’aglio • sale • pepe (5 g.)

PREPARAZIONE

Per il carré d’agnello
Salate e lasciate riposare il carré una ventina di minuti in frigorifero; infarinatelo, passatelo nell’albume battuto e poi nel composto di farina di mandorle, granella di mandorle e lavanda. Fate cuocere su ciascun lato, con pochissimo olio extravergine di oliva, in una padella antiaderente (oppure utilizzate una piastra in ghisa). Aggiustate di sale e pepe. Tagliate il carré, ricavandone delle costolette. La carne d’agnello deve essere rosata al centro.

Per le patate viola al limone
Cuocete le patate a vapore, condite con olio, sale e succo di limone; frullate per ottenere una crema.

Per la cicoria ripassata in padella
Cuocete la cicoria a vapore per dieci minuti, lasciandola ancora croccante; poi saltatela in padella con l’aglio in camicia, l’olio e il peperoncino. Aggiustate di sale.

Servite l’agnello con la crema di patate viola e la cicoria saltata.

Il commento nutrizionale

La carne d’agnello e’ ricca di fosforo, zinco, ferro, vitamina B12 ed amminoacidi essenziali; tale tipo di carne fornisce circa 20 gr. ogni 100 grammi di carne; contiene, inoltre, grassi quali acidi grassi saturi, fosfolipidi e colesterolo più presenti nelle parti grasse, e’ meglio evitare la carne d’agnello se si soffre di gotta e calcoli renali. Patate viola e cicoria arricchiscono, poi, il piatto di antocianine e di fibre utili a modulare l’assorbimento dei grassi presenti. Un piatto ricco e complesso anche dal punto di vista del gusto che ben si armonizza con una birra d’Abbazia, ad alta fermentazione, strutturata e aromatica.

logo_birratadoro